8 domande da farsi prima di mettersi in proprio

Pubblicato da Andrea Pastore nella categoria Creare impresa il 21/04/2014ultimo aggiornamento il 21/04/2014

Alcune domande che ogni persona che ha intenzione di mettersi in proprio dovrebbbe porsi.

8 domande da farsi prima di mettersi in proprio

Mettersi in proprio è il sogno di molti, ma dietro questa scelta c'è sempre una componente di rischio più o meno grande. Ci sono tante persone che hanno intrapreso questa strada, magari abbandonando un posto fisso, ed hanno avuto successo. L'apertura di una partita iva, però, è una cosa che va ponderata bene, altrimenti si rischia un fallimento. Di seguito trovate alcune domande che dovreste porvi prima di aprire una partita iva.

 

1) È il momento giusto per aprire la partita iva?

Non si può aprire la partita iva se non la tua idea non è ben sviluppata, se insomma non sei pronto per trarre profitto. Se non sei obbligato, è meglio continuare a svilupparla da privato e iniziare l'attività quando sei pronto.

 

2) Ti sei cofrontato con altre persone?

Spesso si tende a non parlare della propria idea per paura che ce la copino, ma il confronto con gli altri è fondamentale per portare alla luce le nostre debolezze: il giudizio su una nostra idea non sarà mai obiettivo e tenderemo a vedere solo gli aspetti positivi.

3) Puoi portare avanti l’impresa da solo?

Avere un'impresa comporta tante attività: lavorare per il prodotto, pubblicizzarlo e trovare clienti. Sei sicuro di poter fare tutto questo da solo? Valuta se è il caso di trovare soci che ti affianchino nei settori in cui non sei esperto.

 

4) Hai calcolato quali sono le spese iniziali da sostenere?

Quanti soldi occorrono per iniziare la tua attività? Se sono tanti, puoi ricorrere a strumenti di finanza agevolata disponibili per i nuovi imprenditori.

 

5) A cosa sei disposto a rinunciare per la tua attività?

Essere imprenditori e mettersi in proprio vuol dire non avere la certezza di uno stipendio fisso a fine mese. In ogni impresa c'è sempre il rischio, più o meno alto, che qualcosa vada come previsto.

 

6) Hai fatto un business plan?

Quali sono gli obiettivi della tua azienda per i prossimi anni? Devono essere definiti chiaramente in modo che tu ti possa concentrare per raggiungerli. Lo strumento che ti permette di pianificare al meglio la tua attività è il business plan. Ricorda che la pianificazione è fondamentale per la riuscita di un'attività, se non sai come fare un business plan è bene che leggi qualcosa sull'argomento.

 

7) Che tipo di azienda vuoi creare?

Una delle prime scelte che devi fare prima di metterti in proprio è quella della scelta della forma giuridica che dovrà assumere la gestione tenendo conto degli scopi che si intendono perseguire.

 

8) Hai consultato con un commercialista?

È importante parlare con un commercialista o con un consulente che ti guidi nella fase di creazione dell'impresa, e ti possa dare i utili nel tuo caso specifico.

Condividi

Lascia un commento