Creare un ecommerce: i primi passi

Pubblicato da Giulio Del Vecchio nella categoria Creare impresa il 30/12/2017ultimo aggiornamento il 30/12/2017

Una breve guida per iniziare un viaggio che cambierà il vostro modo di vendere!

Creare un ecommerce: i primi passi

Il settore  della vendita online è oggi uno dei pochi settori che non risente della crisi, anzi, è in netta controtendenza. Vendere online è oggi un obbligo per chiunque abbia un'attività commerciale, ma può anche essere un'attività a se stante, non collegata ad alcun negozio fisico: un negozio on line conviene per creare un’attività che sia visibile dai motori di ricerca e portare avanti un business digitale.
Tra le cose indispensabili ci sono sicuramente assicurare la velocità di consegna, un buon assortimento di prodotti, la politica di prezzo, il marketing (a differenza di un negozio fisico, se non si fa un piano di marketing il sito rischia di essere vuoto), il brand professionale, le foto di qualità, le descrizioni di supporto efficaci, ho raccolto i punti secondo me più importanti.
Scegliere la piattaforma ideale per il vostro sito è un punto essenziale per la buona riuscita del negozio on line, potete optare tra innumerevoli piattaforme, utilizzare una soluzione in hosting ad esempio shopify, una open source come prestashop, o magento, ma è opportuno che voi sappiate utilizzare una piattaforma proprietaria e costruita per voi. Chi si sta aprendo al commercio elettronico ha una alternativa da tenere in considerazione, i marketplace o grandi magazzini online, si vedano gli articoli pubblicati su questo sito in Idee nuove.

Cosa dice la legge in materia di ecommerce?

Una definizione istituzionale di commercio elettronico viene dal Ministero dell’Industria, del commercio e dell’artigianato, la Circolare 1 giugno 2000, n. 3487 / C, prima di creare un’attività on line per voi è indispensabile conoscere in modo corretto le norme che regolano il settore, questa attività richiede metodo e studio. Il negozio on line comporta l’apertura di partita IVA e l’iscrizione alla Gestione Commercianti INPS, chiedete consigli al commercialista per il regime fiscale. Dovete poi iscrivervi al Registro delle Imprese per la pratica di Comunicazione Unica, allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune, comunicare all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo web, i dati I S P, l’indirizzo di posta elettronica, i numeri di telefono e fax. Se volete gestire i prodotti anche in altri Stati U E vi serve inoltre l’iscrizione alla banca dati apposita. Alcune leggi internazionali è indispensabile conoscerle, la direttiva UE 2011/83, la legge comunitaria 2002, la direttiva 2002/38/Ce, il regolamento 792/2002/Ce ad esempio. Dovete spiegare che esiste il diritto di recesso di 14 giorni, scrivere che il consumatore ha diritto di restituire per qualsiasi ragione i prodotti acquistati, comunicare se decidete di addebitare i costi di restituzione. Se vendete servizi o prodotti in aggiunta a quelli scelti dal cliente dovete scrivere i relativi prezzi. In una delle sezioni dovete inserire l’informativa privacy per i dati personali, comunicare che l’utente ha diritto alla rimozione delle informazioni personali dal sito. Dovrete pertanto acquisire il consenso all’uso dei cookies prima che inizi la navigazione, comunicare quali cookies sono presenti sul sito e dare la possibilità di autorizzare l’uso dei dati personali allo scopo di inserire messaggi pubblicitari, dovete poi comunicare che il sito consente l’invio di informazioni a terze parti, usando una iscrizione contenente apposita informativa.

Le strategie da conoscere

Le strategie da conoscere sono molte. Costruire un’attività di commercio senza un adeguato budget non porterà al successo. Se non si ha esperienza nella vendita al dettaglio si riducono le possibilità di riuscita del negozio on line. Un punto fondamentale da tenere in considerazione è il rapporto con i fornitori, che è indispensabile conoscere prima di creare un’attività di commercio elettronico. Consiglio di inserire gli articoli con una apposita scheda prodotto, foto con descrizione, scheda che dovrebbe essere associata  ad un codice per identificare gli articoli e non sbagliare le spedizioni. Scegliere il vostro corriere è fondamentale per fare per fare ritornare i clienti. Dovreste usare descrizioni di qualità dei prodotti e dei contenuti, esempio misure, manutenzione, eccetera. Il sistema di pagamento è un componente essenziale, le tecnologie che gestiscono i sistemi online sono un punto nevralgico del business on line. I metodi di pagamento più utilizzati sono Bonifico Bancario, Contrassegno, Società che consentono di inviare o ricevere pagamenti in modo sicuro. Ci sono nuovi sistemi di pagamento on line più veloci, esempio carte prepagate, contrassegno alla consegna, ritiro nel punto vendita in contanti, smartphone, Pos virtuali che consentono di accettare i pagamenti con carte di debito senza un supporto fisico. Uno strumento per avviare una campagna di marketing efficace è il coupon digitale, una forma di pubblicità a basso costo. Ricordate di usare una pagina sui social media per utilizzare la pubblicità di canali social come forum di business matching, blog, video. Esistono esperti di SEO per creare un’attività visibile. Potreste utilizzare dei software che gestiscono recensioni, ad esempio w p review, star review system, prodotti sicuri. Siete pronti a salpare, potete navigare dovunque vi troviate nel mondo.

Condividi

Lascia un commento